Riuscire a pubblicare testi efficaci, interessanti tanto agli occhi dei lettori quanto agli occhi degli spider dei motori di ricerca è l’obiettivo di chiunque pubblichi online. Ma non è scontato riuscirci. Anche se non sei un web writer professionista, questi consigli ti possono tornare utili per creare contenuti efficaci per il web e proporre ai tuoi lettori testi sempre migliori.

Parla al tuo lettore ideale

Questa raccomandazione ti aiuta a creare un testo realmente efficace perché quando hai in mente esattamente una persona puoi riconoscere i suoi dubbi, le sue possibili obiezioni e le sue abitudini. Avere in mano queste informazioni ti aiuta a trovare le espressioni e le parole giuste per stabilire una certa empatia con il lettore.

Per ogni post, pensa a quali persone potrebbe essere utile, quali sono le informazioni che stanno cercando, qual è il tono di voce che vorrebbero trovare. Metti insieme tutti questi elementi e avrai un contenuto con tutte le carte in regola per fare presa sui lettori.

Arricchisci il contenuto con link a risorse interne ed esterne

I link sono la benzina che alimenta la circolazione delle informazioni online. Non essere avaro di link: sfrutta i contenuti, interni ed esterni, per arricchire il tuo contenuto e fornire maggiori informazioni a chi frequenta il tuo blog.

Usare i link ti permette anche di non dilungarti troppo nelle spiegazioni: piuttosto che avventurarti in una lunga spiegazione di un concetto, se puoi usare una pagina interna del tuo blog o una pagina esterna di grande valore, fallo!

Ricordati di inserire a fine post anche una lista di contenuti correlati – puoi farlo manualmente o usare un plugin apposito. In questo modo chi arriva alla fine della pagina trova subito altri contenuti da scoprire. I post correlati sono una freccia in più al tuo arco per non far andare via il lettore: non dimenticartene.

Controlla il livello di leggibilità del testo

Un testo con un alto livello di leggibilità risulta comprensibile per un numero elevato di persone, anche quelle con un basso livello di scolarizzazione. Perciò, se vuoi farti capire da tutti, usa parole semplici e frasi brevi. Un testo semplice e asciutto è un testo più leggibile di uno ricco di aggettivi, avverbi, incisi e inutili specificazioni. Tienine conto quando scrivi e, soprattutto, quando fai un ultimo controllo prima di pubblicare i testi. Tagliare via il superfluo e ridurre la lunghezza del contenuto può essere un toccasana per aumentarne la qualità e l’efficacia.

Se vuoi misurare il livello di leggibilità dei testi in italiano puoi calcolarne l’indice di Gulpease. L’indice è espresso con una scala che va da 0 a 100, rispettivamente il livello minimo e massimo di leggibilità. Un valore superiore a 80 indica un testo facile da leggere per chi ha una licenza elementare; un valore di 60 è associato a testi comprensibili per chi ha una licenza media; un valore inferiore a 40, invece, risulta difficile da capire per chi ha un diploma superiore.

Un altro sistema per monitorare la leggibilità dei contenuti, forse più intuitivo ma meno affidabile, è offerto dal plugin per WordPress SEO by Yoast. Il plugin analizza il testo e offre una valutazione della sua leggibilità.  Sulla base del numero di parole che formano le frasi e della lunghezza dei paragrafi esprime un giudizio, rappresentato dal caratteristico semaforo di Yoast.

Ottimizza il testo, ma senza esagerare

La SEO ti aiuta a farti trovare sui motori di ricerca. Affinché i tuoi post si posizionino al meglio nelle SERP di tuo interesse è importante che:

  • la struttura del sito sia ottimizzata
  • sia stata fatta una ricerca preliminare delle parole chiave da usare nel blog
  • abbia selezionato la parola chiave principale e le parole chiave correlate da utilizzare nel post.

Ottimizzare il testo ti permette di farti trovare più facilmente dagli utenti che stanno facendo una ricerca legata all’argomento su cui hai scritto. I principali elementi della pagina da ottimizzare sono:

  • l’URL: scegli un indirizzo parlante, breve e che contiene la parola chiave
  • il titolo: creane uno che sia chiaro, breve e con la parola chiave possibilmente nella parte sinistra della pagina
  • il primo paragrafo: introduci subito l’argomento, senza giri di parole
  • i titoli dei paragrafi: sfrutta le parole chiave correlate per rendere ancora più chiaro al motore di ricerca l’argomento del tuo post
  • la parte finale del contenuto: concludi il post integrando qualche altra informazione sul tema e ripetendo, se opportuno, la parola chiave.

Ottimizza sì il testo, ma non esagerare: dai sempre la precedenza a una scrittura naturale! Questo significa che non devi inserire forzatamente le parole chiave nel testo, né ripetere continuamente la keyword o violare regole grammaticali e ortografiche per riportarla esattamente così come viene digitata dagli utenti.

Chiediti come sarà visualizzato il tuo testo da mobile

Il vero protagonista del presente è il mobile. È sullo smartphone che leggiamo le email, è lo smartphone che usiamo per andare sui social network, è con lo smartphone che guardiamo i video, facciamo telefonate, inviamo messaggi, leggiamo le ultime notizie sui siti dei quotidiani, seguiamo i nostri blog preferiti e facciamo ricerche. E i dati lo confermano: a fine 2015 le ricerche fatte da dispositivi mobili hanno superato quelle fatte da browser.

Se non vuoi far allontanare una buona fetta dei tuoi potenziali lettori quando ti metti a scrivere chiediti come sarà visualizzato il tuo testo da mobile. Oltre a scegliere per il blog un tema responsive, fai in modo che i passaggi più importanti del testo emergano rispetto al resto. Per rendere più semplice la vita a chi ti legge isola, anche visivamente, le informazioni più importanti. A questo scopo, usa il grassetto, le citazioni, le didascalie, piccoli box di testo e tutto ciò che ti può essere utile per evidenziare i passaggi chiave.

Da mobile è ancora più importante creare brevi paragrafi e scegliere titoli e sottotitoli chiari ed esplicativi. In questo modo, anche chi scorre il testo rapidamente può cogliere il senso generale del tuo articolo o quantomeno farsi un’idea dei vari aspetti analizzati nel post.

Presta attenzione alla fase di revisione

La fase di revisione è forse quella che, ancor più della fase di redazione, ti permette di pubblicare un post realmente interessante e piacevole da leggere.

Per fare un buon editing del testo è importante lasciar passare del tempo tra quando si è scritto il post e quando lo si revisiona. A mente fredda si riesce infatti a valutare in modo più obiettivo la qualità del testo, si possono trovare più facilmente periodi da sistemare, ripetizioni da eliminare, termini da sostituire.

Un’altra raccomandazione per migliorare il testo è rileggerlo a voce alta: in questo modo si riesce ad ascoltare il ritmo delle frasi e intervenire per riequilibrarlo, se necessario. La rilettura a voce alta aiuta ad esempio a scovare i periodi troppo lunghi, ma anche una successione di frasi troppo brevi.

Questi sono solo alcuni dei consigli che si possono dare a chi vuole migliorare l’efficacia dei suoi testi per il web. Se ti va di condividere le regole che segui per creare testi online interessanti ed efficaci approfitta dello spazio per i commenti!

The following two tabs change content below.
Sono Luana Galanti e mi occupo di web writing e content marketing. Nel mio lavoro scelgo con cura le parole da usare e creo testi che comunicano l'unicità e il valore delle aziende e dei professionisti con i quali collaboro. Qui parlo di web writing, content marketing e comunicazione online. Ti assicuro che nessuna metafora è stata maltrattata durante la redazione dei post.

Ultimi post di Luana Galanti (vedi tutti)